Un’altra esplosione aggiunge mistero alla pressione dell’acqua nel bacino del Permiano

//

Alexandre

Negli ultimi anni, Schuyler Wight ha notato un numero crescente di pozzi petroliferi abbandonati che tornano in vita, facendo gorgogliare fluidi sulla superficie del suo ranch nel Texas occidentale. La settimana scorsa ha trovato quello più grande.

Acqua gassosa sgorgava dal terreno e scendeva per un quarto di miglio di strada prima di defluire in un pascolo in un angolo remoto della sua terra.

“È di gran lunga più fluido di ogni altro”, ha detto Wight. “Sta peggiorando, su questo non c’è dubbio.”

È l’ultimo di una serie di misteriosi giochi d’acqua nell’arido bacino del Permiano, il principale giacimento petrolifero della nazione, che i regolatori non sono stati in grado di spiegare.

L’anno scorso, un’eruzione di acqua salata ha sommerso diversi acri del ranch del cugino di Wight, innescando una pulizia multimilionaria. Nel 2022, un geyser si è alzato da un pozzo nella contea di Crane, poi un altro è sgorgato nell’Antina Cattle Ranch. Nelle vicinanze, un grande stagno di acque sotterranee gassose è diventato una caratteristica permanente chiamata Lago Boehmer.

Il regolatore dei giacimenti petroliferi del Texas, la Texas Railroad Commission, deve ancora offrire una spiegazione per ciò che sta spingendo così tanta acqua in superficie. Dopo il massiccio sforzo di pulizia di gennaio, un comunicato stampa dell’agenzia ha affermato che “continuerà a indagare” sulla causa. La Commissione Ferroviaria non ha risposto immediatamente a una domanda.

Wight, un allevatore di quarta generazione del Texas occidentale, ha visto crescere questo problema per anni. Ha detto che la RRC ha tappato una decina di vecchi pozzi che perdevano sulla superficie della sua proprietà. Ma ogni volta che lo fanno, ne inizia a scorrere un altro.

“Le parole non possono descrivere quanto sono indietro e quanto male stanno facendo in questo”, ha detto. “Ci saranno altre cose del genere, non solo nella contea di Pecos. Lo vedrai ovunque.

Non c’è niente di insolito in un vecchio pozzo che perde. Molti nel Texas occidentale furono perforati durante la seconda guerra mondiale e 80 anni sottoterra possono causare gravi danni all’acciaio e al cemento. Molti di quei pozzi furono anche allagati con acqua per spremere le ultime gocce di petrolio.

Il mistero ora nel bacino del Permiano è cosa sta spingendo grandi volumi di quell’acqua in superficie.

“C’è una fonte di pressione lì ed è poco profonda”, ha detto Hawk Dunlap, un pompiere di un giacimento petrolifero che vive nella contea di Crane e che ha osservato il recente scoppio a Wight la scorsa settimana. “Non è chiaro quale sia la fonte.”

“Ci saranno altre cose del genere, non solo nella contea di Pecos. Lo vedrai ovunque.

Dunlap ha lavorato alle emergenze dei giacimenti petroliferi in 102 paesi, ha detto. Ha già visto l’acqua gocciolare da vecchi pozzi petroliferi, ma mai una quantità simile a quella vista nel Texas occidentale.

È strano, ha detto, perché gli allevatori locali hanno bisogno di pompe per attingere l’acqua dai pozzi. Ma ogni tanto esce da solo da un pozzo petrolifero.

Dunlap sospetta che possa essere correlato all’iniezione delle acque reflue del fracking. I produttori di petrolio del Texas occidentale pompano ogni giorno nel sottosuolo milioni di litri della cosiddetta acqua prodotta, arricchita con lubrificanti chimici e numerosi composti pericolosi come arsenico, bromuro, stronzio, mercurio, bario e composti organici, in particolare benzene, toluene, etilbenzene e xileni. per lo smaltimento, spesso in vecchi pozzi di petrolio e gas.

In teoria, l’acqua prodotta rimarrà in quei pozzi e formazioni rocciose per sempre. Ma la scienza geologica è imprecisa e, se l’acqua fuoriuscisse dai suoi confini, potrebbe influenzare la pressione in altre sacche sotterranee.

Molti altri fattori potrebbero influenzare la situazione, ha detto Dunlap. Il gas può creare pressione nel sottosuolo, così come le interazioni tra acqua dolce e acqua salata più pesante. L’acqua prodotta può essere da cinque a otto volte più salata dell’acqua dell’oceano.

“C’è stato un tale aumento nello smaltimento dell’acqua prodotta negli ultimi dieci anni, c’è una quantità enorme di acqua smaltita”, ha detto Dominic DiGiulio, un geoscienziato in pensione dell’Environmental Protection Agency. “Quella pressione deve andare da qualche parte. Quindi, se c’è una penetrazione del pozzo, il pozzo si muoverà liberamente verso l’alto.”

Nella maggior parte dei casi, i vecchi pozzi petroliferi perdono gas, che è naturalmente galleggiante. Le perdite d’acqua sono meno comuni, secondo Dwayne Purvis, fondatore di Purvis Energy Advisors, ma è noto che si verificano “in diverse combinazioni di condizioni uniche”.

Ha citato esempi in California legati all’iniezione di vapore per il recupero del petrolio, e in Pennsylvania, dove l’acqua proveniente da vecchie miniere di carbone è fluita in superficie attraverso pozzi petroliferi abbandonati. In Pennsylvania, il Dipartimento di Protezione Ambientale ha anche indagato sui “frac-out”, che si verificano quando l’acqua utilizzata per fratturare un pozzo “comunica” con un pozzo abbandonato e quindi contamina l’acqua del pozzo lontano dal sito di fratturazione.

In ogni caso, ha affermato Purvis, “la pressione del fluido deve essere sufficiente a sollevare i fluidi in superficie”.

Sul ranch di Wight continua a riversarsi l’ultimo scoppio. Le misurazioni indicano che l’acqua è moderatamente salata e Wight può solo guardare impotente mentre penetra nella sua terra.

“Il sale avvelena il terreno e da allora non crescerà nulla”, ha detto. “Non c’è molto che puoi fare per rimediare alla contaminazione da sale.”